…A Bit Of Red…

locABORblog

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì scorso, presso la sim di MetaLES,
sotto la direzione artistica di Ux Hax,
Romy Nayar e Lanjran Choche, che ringraziamo ancora per l’invito
e per la disponibilità con la quale ci hanno accolti fin da subito,
c’è stata l’inaugurazione della nostra nuova installazione
dal titolo ‘A Bit Of Red’, un lavoro dedicato ad un’icona
della letteratura mondiale, nata agli inizi del secolo scorso
dalla penna di Gaston Leroux, ovvero: il Fantasma dell’Opera.
L’intervento che abbiamo cercato di mettere in atto, sia io che Kicca,
avvicinandoci in punta di piedi a questo vero e proprio
mostro sacro del romanticismo gotico, in chiave moderna,
é stato semplicemente quello di interpretare alcune delle immagini
più potenti, dal punto di vista della narrazione emotiva,
che proprio grazie alle numerose trasposizioni del testo originale
in territori inesplorati e congeniali, quali il teatro, il cinema e la televisione,
sono entrate di diritto a far parte dell’immaginario comune.
Un esempio perfetto di questo meccanismo è rappresentato dallo straordinario
musical scritto nel 1986 da Andrew Lloyd Webber, che nel 2004 divenne
addirittura un film, acclamato dallo stesso compositore.
Non a caso lo abbiamo preso come punto di riferimento assoluto
nella ricerca del materiale per iniziare i lavori sulla piattaforma virtuale.

Il riferimento al colore rosso presente nel titolo del lavoro, invece,
lo si deve alla decisione di utilizzare due fra i simboli a noi più cari,
quello della rosa e del cuore, che qui diventano il filo conduttore per un viaggio
ideale all’interno dei singoli frammenti che abbiamo scelto di raccontare.
Il tutto su un impianto anomalo e per certi versi ostile:
una soluzione di spazi e di volumi elementari che, nelle nostre intenzioni,
rappresentano al meglio la trasfigurazione verso il ‘non luogo’ che pervade
il vuoto teatrale, quello del dietro le quinte e dei sotterranei, per intenderci,
dove si svolgono gran parte delle vicende narrate nel romanzo.
Per godere appieno dell’esperienza della visita vi suggeriamo
di impostare il cielo ‘  [NB] Sepia 0000  ‘, un buon livello grafico
ed una draw-distance non inferiore ai 500 mt.
L’esposizione rimarrà aperta fino al 21 di Ottobre.

Senza Nessuno Senso

VGB.jpg

Questa mattina mi sono svegliato con la voglia di scrivere questo post.
E la voglia ce l’avevo prima ancora di alzarmi per andare in bagno.
Prima ancora di fare colazione e di darmi una sistemata per avere almeno una parvenza umana.
Forse, con questa voglia, ci sono andato a letto ieri notte. O la notte prima.
O quella prima ancora. Chi può dirlo? Sta di fatto che questa mattina ho deciso di scriverlo.
Senza Nessuno Senso. Detto con la stessa cialtroneria con la quale l’avrebbe detto Gassman,
in quel capolavoro assoluto di comicità che è L’Armata Brancaleone, di Monicelli.
Senza Nessuno Senso. Continuo a ripetermelo.
Perchè quindi cimentarsi nell’impresa inutile di trovarcene qualcuno?
Io   Posso   Solo   Costruire

La Scultura come Espressione di Movimento

 

4558330582_0028b8bc76_b.jpg

Il primo post del 2011 è dedicato a un’ operazione che potremmo definire 
bonariamente di ‘recupero storico personale’. Qualche mese fa una cara amica, 
che si occupa in SL di promuovere e diffondere l’arte, mi diede degli stimoli 
sui quali esprimere dei concetti, concetti che in un secondo tempo 
avrebbe utilizzato in una sorta di dossier, creando un parallelismo tra mondo virtuale e reale. 
L’ operazione andò in porto solo in parte (scusate il gioco di parole),  
ragion per cui mi sta a cuore proporre qui per intero il mio piccolo 
contributo su un tema che devo dire mi cattura non poco. 
Ad integrazione potete visionare le immagini dei miei lavori 
su flickr: http://www.flickr.com/photos/27823218@N03/

o tipparvi direttamente alla mia galleria SL: 
http://slurl.com/secondlife/Battlestar/18/96/22

La scultura come espressione di movimento.

E’ un concetto affascinante quello del movimento. 
Un concetto che sta alla base di gran parte del mio lavoro qui in SL. 
Pur non avendo una vera cultura artistica -di certo non sono sufficienti 
quei pochi anni di scuola d’arte che da giovanissimo mi hanno consentito (comunque) 
di percorrere per un breve periodo  quella che credevo sarebbe stata la mia strada – 
proverò a darne una chiave di lettura, spero leggera ed interessante.  
Riuscire ad infondere il movimento a un oggetto statico è una sorta di …piccolo miracolo. 
O un’ abilissima mistificazione se preferite: spesso le due cose coincidono 🙂 
In maniera molto banale e piuttosto scontata il movimento 
è la massima espressione della vita, così come di norma la intendiamo. 
Se sei vivo come minimo ti muovi 🙂 La staticità, invece, come concetto è all’opposto. 
Rappresenta la morte. Capite bene che riuscire a conciliare questi due aspetti, 
in una scultura in questo caso, visto che di scultura stiamo parlando, ha del portentoso. 
I riferimenti sono tanti e tutti di spessore. 
Le due ‘condizioni’ possono essere poi deliziosamente in equilibrio o fortemente in disarmonia. 
Sta all’esperienza, al gusto e alla sensibilità dell’artista che ne fa uso, 
dosare sapientemente il proprio linguaggio. Così come sta alle capacità di analisi di chi osserva, 
sapere apprezzare e coglierne tutte le più piccole sfumature. 
Oggi viviamo in una società dove, non il movimento ma la velocità, 
detta pesantemente le proprie regole. La velocità è altra cosa dal movimento. 
Spesso le si confonde in maniera superficiale. Anche in SL c’è tutta una produzione 
artistica dove questo equivoco esce clamorosamente allo scoperto. 
Si tende in definitiva a soddisfare quegli stimoli primari che sono propri degli infanti: 
luci, suoni, colori, spesso palesati in maniera vorticosa e apparentemente incontrollata. 
E proprio come gli infanti ne si subisce passivamente il fascino. 
Riuscire a beneficiare e a trarre tutto questo concentrato 
di vita caotica, la dove presente, da una scultura nell’accezione classica del termine 
-una statua- è impresa difficile che costa fatica. Costa fatica da parte dell’artista 
così come di chi osserva. Costa fatica ma ripaga più del doppio della fatica che costa 🙂
Le scorciatoie esistono ma sono e restano solo un mezzo 
per arrivare prima appunto (velocitàmovimento). E sarebbero il modo peggiore 
di vivere appieno un’ esperienza di ‘viaggio’ altrimenti appagante.

 

 

La questione dei manichini…

 

manich.jpg

Da qualche tempo vedo manichini dappertutto. 
Manichini interi. Manichini a pezzi.  
Una testa, un busto, una gamba. Un braccio. Un cuore.  
Sembrerebbe che tutti abbiano acquisito d’un colpo la stessa abilità 
nello scolpire manichini assolutamente identici. 
Privi di espressione. Di carattere. Di vita. Di anima.  
Un esercito intero che si muove compatto e in formazione. 
Ma per andare dove?

 

 

TWO FULL SIMS OF ART

 

Immagine 3.png
TWO FULL SIMS OF ART
Sunday, November 15th, 2009
10 am slt & 5 pm slt
@ the sims of NMC Campus West & Ars Simulacra
Live Music by Winters Kanto  and Joaquin Gustav
The Aho Museum on NMC Campus West
and Ars Simulacra will host the artistry of over 30 artists.
What will you discover?
The FEATURED ARTISTS for the Month include the 10 following artists.
Maya Paris
Ars Simulacra
Saiwun Yoshikawa
Spiral Walcher
Bryn Oh
Nessuno Myoo
Ub Yifu
Glyph Graves
FigBash Snook
Gleman Jun
Sunn Thunders
4 Special immersive exhibits also being  featured are:
“Orfeo’s Oratorio” by Alizarin  Goldflake
StormEye by Douglas Story and Desdemona Enfield
Flickr Gettr by  Mencius Watts and Taggert Alsop
MacBeth by CJ Carnot and Stella Costello

 

Artifex inaugura le sue due prime esposizioni

 

locandinaartifex.jpg

E’ con grande piacere che vi invitiamo
a partecipare all’inaugurazione della nostra 
nuova galleria d’Arte Artifex, una costruzione luminosa  
e dall’aspetto fresco ed originale che si trova 
a 2500 metri di altezza, immersa in una pace che lascia incantati.  
Aprono la serie di esposizioni che si susseguiranno 
nel tempo gli artisti Kamherra Albatros e Nessuno Myoo. 
Vi aspettiamo quindi Domenica 9 Agosto alle ore 20.00 
per festeggiare con noi i due artisti e la nuova galleria.

Questo lo slurl per raggiungerci :O)

http://slurl.com/secondlife/Star%20Land/11/161/2549

Per maggiori informazioni potete contattare iw:

Rixel Janus;

Christian Troncon;

 

Grande Opening all’ADN Art Gallery

 

merlinaopening.jpg

Siamo lieti di invitarti alla grande opening della Galleria d’Arte ADN
che si terrà Martedì 04 Agosto 2009 alle ore 1:00 pm SLT (22.00 ora italiana)
Rimarranno esposte fino al 30 Agosto le opere degli artisti:

 

Nessuno Myoo

Chapl Paisley

Ling Serenity

Vroum Short

e una collaborazione artistica tra  Treacle Darlandes e Serenity Questi

Questo lo slurl per taggiungere la galleria:

http://slurl.com/secondlife/Second%20France/31/154/21

 

 

EXPERIENCE ART

 

arsimulacra.jpg

Friday-May 8th 6pm SLT

@ Ars Simulacra on the NMC Campus

Curated by Tayzia Abattoir

 

Watch…Listen…Intereact

~EXPERIENCE ART~

 

SL/RL composer/artist collaborative art,  Kinetic art, static Scultpure, interactive art,  light and glow enabled art and more!  

 

http://slurl.com/secondlife/Ars%20Simulacra/156/37/26

 

Musician Winters Kanto will be performing on the piano beginning at 6pm. 
His style of music is  Tango Ballad, Bossa, Jazz and Boleros. 
Winters also plays Classical Music , Chopin, Bethoven, and Mozart at his  Concerts.

Artists  in this sim-wide exhibit include:

 

Spiral Walcher

Suzanne Graves

Madcow Cosmos

vanfarel Kupfer

Elizabeth Tinsley

Alizarin Goldfalke/Flivelwitz Alsop

Native Aeon

Binary Quandry

nand Nerd

Pol Jarvinen

Kolor Fall

nessuno myoo

Golam Amadeus

Sunn Thunders

Glyph Graves

Elizabeth Tinsley

Oberon Onmura

Gleman Jun

Colt Parx

Misprint Thursday

Andrek Lowell

Treacle Darlandes/Nicolaus Skytower

Binary Quandry/Nicolaus Skytower

Ub Yifu/Nicolaus Skytower

 

Futurismo ed il mare

 

marenostro.jpg

MARE NOSTRO Italy Pontile Ostia Lido 
è lieta di invitarvi alla mostra d’arte ‘FUTURISMO ED IL MARE’ 
che si inaugura il giorno 8 Maggio 2009 alle ore 22,30. 
L’esposizione rimarrà aperta fino al 6 Giugno 2009 
ed ospiterà alcuni dei lavori artistici prodotti 
in sl da autori che operano all’interno del metaverso 
ed un omaggio ai grandi futuristi del 1900. 
Se siete interessati potete raggiungerci all’indirizzo:

http://slurl.com/secondlife/Fossil%20Bay/80/197/24 

Per maggiori informazioni chiedete pure iw a: Giada Cortes